I giochi da tavolo german: come approcciarli?

german giochi da tavolo meepledeer strategia

Introduzione ai Giochi German

Oggi tratteremo un argomento molto diffuso tra i giocatori di giochi da tavolo, e che ha raggiunto nell’hobby una grandissima rilevanza culturale: stiamo parlando del termine “german”.

“German” è un attributo che ha fatto la storia del gioco da tavolo e lo avrete sicuramente sentito utilizzare dai tecnici del settore o visto comparire in classifiche, video, riviste etc… quasi sempre riferito ad un gioco in particolare, o ad un’intera categoria di giochi che si caratterizzano secondo questa parola.

Una prima definizione

Reiner Knizia, uno dei designer più importanti di german.

E’ probabile (sia che siate neofiti sia che siate ora super esperti) che al primo approccio con il mondo dei giochi da tavolo vi siate scontrati con questo termine del quale non sapevate assolutamente nulla, ma che continuava a ritornare nelle vostre letture e nelle vostre nuove scoperte sui giochi; ed eccoci qui, noi di Meepledeer, a raccontarvi tutto quello che di importante c’è da sapere sul genere german.

Il german è un gioco che ha come caratteristica principale la componente strategica: parleremo più avanti nell’articolo dei suoi attributi secondari, ma ciò che lo identifica di più è appunto che all’inizio della partita il giocatore è spinto a darsi un obiettivo per vincere — e durante la partita in tutti i frangenti in cui avrà controllo cercherà di spingersi il più possibile verso quell’obiettivo che secondo lui gli consegnerà la vittoria. Questa nella pratica è la definizione di cos’è un gioco strategico.

Il parallelismo con gli scacchi

Fotogramma dall’eccellente serie Netflix The Queen’s Gambit, con Anya Taylor Joy.

Metaforicamente possiamo pensare agli scacchi (o anche al loro fratello giapponese, il go): nello scacchi professionale ogni giocatore si dà un obbiettivo finale per fare matto al re; ci sono stati giocatori che ritenevano che l’aggressività e il calcolo in profondità delle mosse fossero la strategia vincente (vedi l’importantissimo campione del mondo Kasparov), altri che preferivano la precisione tecnica e il vantaggio posizionale minimo (vedi Karpov, l’antagonista maggiore di Kasparov)… Allo stesso modo il gioco german stimola il giocatore a chiedersi quale è il modo migliore per vincere, e ad eseguire fino in fondo quel piano formulato; a dare un’interpretazione al gioco e una soluzione al suo enigma.

La storia

Facciamo un po’ di storia: perché proprio la parola “german” (cioè “tedesco” o “germanico) è stata usata per racchiudere questa serie di giochi dalla grande componente strategica? Se guardiamo sulle copertine di Puerto Rico, Terra Mystica e Agricola, tutti giochi classici e denominati german, vedremo soltanto nomi tedeschi nelle indicazioni dei designer: come mai questa coincidenza tra germania e gioco strategico?

I nuovi temi e il trauma della guerra

La risposta è che nel dopoguerra il popolo tedesco bandì il tema della guerra dai giochi da tavolo: visto il trauma collettivo e la devastazione portati dalle guerre del terzo reich, i giochi da tavolo vennero epurati dal conflitto diretto ed armato — ed invece naque questo filone culturale di giochi (i german, appunto) che garantivano la competività senza però includere la distruzione dei pezzi dell’avversario e il conflitto diretto. I temi prevalenti sono sempre apparentemente molto pacifici: sviluppare un territorio, far crescere una fattoria, civilizzare e colonizzare una terra disabitata…

Temi e le meccaniche

Dettaglio di Progetto Gaia, gioco famoso per la sua crescita esponenziale nello sviluppo della propria fazione.

Questi temi sono direttamente legati al gioco strategico perché racchiudono in sé meccaniche di economia, crescita esponenziale e accumulo delle risorse — meccaniche che predispongono alla pianificazione efficente ed ottimizzata e quindi alla strategia: per questo il german è diventato gioco strategico per eccellenza.

L’evoluzione

In sintesi, il gioco german nasce tematicamente in contrapposizone al gioco di guerra: ma poi i temi che sviluppa, e le meccaniche di quei temi, lo caratterizzano definitivamente come gioco in cui la parte fondamentale è la strategia. 

L’euro-game

Artwork del popolarissimo gioco Scythe.

Se vogliamo raccontare un po’ di storia moderna, per dare un po’ di prospettiva, possiamo anche evidenziare come ci sia stato un cambiamento nel design dei german e come sia stata creata una nuova parola per ridefinire questi giochi più moderni: il nuovo nome dei german è “euro-game”.

A differenza german classico, i nuovi design che sono sorti negli ultimi 10 anni includono in sé anche elementi casualità, tattica ed azzardo, che rendono l’esperienza più imprevedibile ed elettrizzante — meno “matematica”. Giochi come Scythe, Terraforming Mars, tutta la saga del Regno Occidentale, hanno aggiunto informazioni segrete e pesca da mazzi di carte che rendono il gameplay più soggetto a variabili e dove infatti non è possibile calcolare esattamente tutte le mosse — oltretutto in tanti euro-game il tema della guerra è stato riabilitato…

In grande sintesi questa è la storia del gioco da tavolo strategico negli ultimi 60 anni, e dei suoi vari nomi: ora sarà importante evidenziare le caratteristiche più specifiche che appartengono al gioco di strategia in generale, ed ai german ed euro-game in particolare.

Sponsorizzato

Caratteristiche specifiche del Gioco German

Abbiamo parlato molto di cos’è la strategia finora, ma le caratteristiche del gameplay che definiscono il german non le abbiamo esplorate a fondo: le ho accennate brevemente, ma ora è il momento di spiegarle un po’ più nel dettaglio. Tendenzialmente il german prospera dove c’è la strategia: e il massimo di strategia c’è quando il piano che hai in mente per risolvere il tuo problema (in questo caso: vincere il gioco) può essere ideato ed eseguito col minimo spreco di energie e risorse

Informazioni “aperte”

Agricola: un gioco dove puoi pianificare diversi turni in anticipo per la scarsità di informazioni segrete.

La prima caratteristica di gameplay che va a favore di questa regola generale è l’assenza di informazioni segrete: nell’ottica generale di “evitare sprechi”, qualsiasi informazione nascosta è un possibile imprevisto che intralcia il tuo piano per la scalata al successo; e per questo meno segreti ci sono (quindi obiettivi segreti, mani di carte che interagiscono con gli avversari, novità che influenzano l’andamento del gioco, ecc…) più un gioco si caratterizza come german. Per fare un esempio, prendiamo Agricola, gioco german per eccellenza: in Agricola l’unica informazione segreta è in che ordine saranno disponibili le azioni nei round — mentre le restanti informazioni si hanno già dall’inizio e permettono di iniziare a programmare dal primo turno: in questo senso Agricola fornisce tutto ciò che è rilevante da sapere senza quasi avere segreti.

Il ruolo della fortuna

La seconda caratteristica fondamentale del gameplay del german è l’assenza o mitigazione delle casualità: qualsiasi meccanica che favorisca la casualità (tiro di dadi, pesca di carte, ecc…) intralcia la pianificazione strategica — quasiasi evento non prevedibile spreca risorse ed energie se non si è preparati.

Parola d’ordine: prepararsi

In questo modo i giochi german spesso accettano ed includono la casualità (perché il giocare tende ad essere più divertente se include un po’ di imprevisto), ma danno al giocatore anche gli strumenti per fronteggiare queste evenienze. Mitigare il rischio mantenendo la strategia a lungo termine è una caratteristica fondante di tantissimi design classici, tra i quali, per esempio, Catan.

L’esempio di Catan

Dettaglio di gioco di Catan.

Catan è un gioco con tornei e filosofie su come interpretarlo — ancora adesso dopo 30 anni le stretegie si rinnovano: ma include in sé la meccanica del lancio dei dadi; questo lancio di dadi non intralcia la strategia generale perché statisticamente tende a dare risultati prevedibili sul lungo termine, ma obbliga il giocatore ad adattarsi e prepararsi per i turni “sfortunati” in cui ciò che era più probabile non è invece accaduto. In Catan i giocatori mitigano il rischio ma il piano finale può essere formulato dal turno uno.

In sintesi…

Questi sono i capisaldi del german: l’assenza, o irrilevanza, di informazioni segrete per il giocatore, e la scarsa incidenza della fortuna sul gameplay — due fondamenti del game design che devono essere sempre presi in considerazione nella creazione ed ideazione di un gioco da tavolo.

3 titoli per iniziare

Ora passiamo alla parte finale di questo articolo e forse la più importante per tanti nuovi giocatori: ma quindi qual è il miglior gioco german se mi sento intrigato da questa tipologia di giochi? Grazie per la domanda!, consigliare giochi è la nostra specialità!

Per questo articolo introduttivo proponiamo tre titoli che riteniamo approcciabili da chiunque, ma in una scala di difficoltà crescente: se sei agli inizi orientati sul primo titolo, se cerchi qualcosa di impegnativo vai con l’ultimo — il secondo è un peso medio più moderno, che rientra nella categoria degli euro-game.

Catan

Del primo gioco da consigliare ne abbiamo già parlato, ed è Catan: gioco con 30 anni di storia, una quantità incredibile di premi, ristampe ed espansioni… — in cui i giocatori devono colonizzare un’isola deserta e fare punti più sviluppando la loro colonia. Ogni turno avviene un lancio di dadi che determina le risorse che vengono raccolte, e con queste risorse giocatori hanno la possibilità di costuire strade, villaggi e città, e commerciare direttamente tra loro. Un gioco dalle meccaniche davvero semplici ma con una longevità incredibile.

Architetti del Regno Occidentale

Parte delle azioni disponibili in Architetti del Regno Occidentale.

Il secondo gioco invece è Architetti del Regno Occidentale: l’ho chiamato euro-game perché è stato pubblicato nel 2018, e mantiene quella caratteristica moderna che la strategia non è formulabile dalla prima mano di carte o dal primo turno, ma si evolve tatticamente con lo sviluppo del gioco e con le azioni degli altri giocatori. In ogni caso strategie ed indirizzi generali da svolgere per tutta la partita sono possbili (sopratutto in relazione ai poteri speciali dei propri personaggi), anche se vanno molto adattati a ciò che succede.

Come si gioca

Il gioco è un piazzamento lavoratori dove i lavoratori rimangono sugli spazi e non li bloccano, e più ne hai su uno spazio più sarà forte l’azione che farai. Si dovranno raccogliere risorse, costruire edifici ed erigere una cattedrale per ottenere il favore del re in un’ambientazione medioevale dall’artwork fantastico — inoltre c’è un interessantissimo sistema di reputazione che consentirà di avere certi vantaggi più saremo stati “buoni” o “cattivi” all’interno del gioco. Architetti del Regno Occidentale è un gioco medio accessibile a tutti pieno di sfumature diverse.

Puerto Rico

Lo svolgimento di una partita a Puerto Rico.

Se volete invece cimentarvi in un capolavoro impegnativo ma dalle grandi soddisfazioni vi consigliamo il celebre Puerto Rico. Gioco german per antonomasia, l’unico fattore di casualità è come escono le tessere di produzione delle risorse: per il resto la strategia è programmabile dal primo turno, e il calcolo delle mosse può essere fatto con 4/5 turni in anticipo.

Come si gioca

L’ambientazione è quella dei Caraibi nei quali dovremo costruire la cittadina più prosperosa tra tutte: coltiveremo prodotti locali, assegneremo lavoratori agli edifici, spediremo merci oltremare per fare punti. Ogni turno il giocatore attivo sceglie un ruolo (produrre, costruire, spedire le merci, ecc…) e lo svolge con un privilegio associato — e dopo ogni altro giocatore svolge quel ruolo senza privilegio: è uno dei meccanismi più divertenti del game design moderno ed è diventato culuralmente fondamentale dopo Puerto Rico. Insomma, questo è un gioco da provare almeno una volta nella vita per la grandezza ha cui ha elevato i giochi moderni: quasi tutti i giochi dal 2002 in poi sono suoi debitori.

CONCLUSIONE

Ed eccoci arrivati alla fine del nostro viaggio dentro il mondo dei giochi german. Abbiamo scoperto la loro storia, la loro evoluzione verso la grande categoria dell’euro-game, ed abbiamo esplorato le caratteristiche generali di gameplay e game-design a loro peculiari. Vi è piaciuto questo articolo? Vi ha ispirato a voler provare qualche nuovo gioco? Torneremo su questo genere in futuro con altri articoli ed analisi nel dettaglio, in quanto questa grande famiglia di giochi racchiude infiniti argomenti di cui parlare.

Noi speriamo di avervi piacevolmente intrattenuti, e vi invitiamo nel caso abbiate scoperto qualcosa di nuovo ed interessante a seguirci sui nostri canali social, Facebook ed Instagram – vi invitiamo anche ad unirvi al nostro gruppo Telegram, perché lì teniamo direttamente aggiornati i nostri clienti sugli sconti e le novità del sito.
Vi lasciamo inoltre in seguito alcuni dei prodotti di cui vi abbiamo parlato durante l’articolo: Puerto Rico, Agricola e Catan, i tre più grandi classici del genere.

Leggerezza e divertimento: la nostra missione. A presto!

Vai al canale delle offerte Telegram:

@meepledeerit

Lascia un commento